Asili nido e altri servizi socio-educativi per la prima infanzia.

Al 31/12/2015 in Umbria sono 2.998 i bambini (sotto i 3 anni residenti in Italia) iscritti agli asili nido tradizionali, i micronidi, i nidi aziendali e le sezioni primavera. Ammonta a € 18.623.121 la spesa complessiva sostenuta dai singoli comuni o associati per il funzionamento e il mantenimento del servizio degli asili nido con una compartecipazione aggiuntiva degli utenti pari a € 4.486.017 per una spesa complessiva (pubblica e degli utenti) pari a € 23.109.138. La percentuale di spesa sostenuta dagli utenti in Umbria per il servizio è pari al 19,4% (in Italia il 19,5% e nelle regioni dell’Italia centrale il 16,6%), mentre la spesa media per utente è di € 1.496 e quella media pagata dai comuni è di € 6.212.

Grafico. Ripartizione della spesa per asili nido in Umbria. 2015

La percentuale dei comuni coperti dal servizio, ovvero in cui è attivo il servizio di asili nido, in Umbria è pari al 55,4% (in Italia il 54,2% e nel Centro il 51,4%).

Cartogramma. Percentuale dei comuni della regione coperti dal servizio di asili nido. 2015

In Umbria la spesa sostenuta dai Comuni singoli e associati per gli asili nido per tipo di gestione del servizio, è così ripartita: 77,7% per gli asili nido comunali a gestione diretta a carico interamente del comune, 18,4% per gli asili nido comunali a gestione affidata a terzi con mantenimento al Comune della titolarità del servizio, 1,8% per gli asili nido privati con riserva di posti, 2,1% per gli asili nido privati senza riserva di posti.

Grafico. Ripartizione della spesa per asili nido in Umbria. 2015

L’indicatore di presa in carico degli utenti, ovvero la percentuale di utenti che utilizzano il servizio nella fascia di età 0-2 anni è in Umbria il 14,2%, dato superiore a quello nazionale (11,6%), ma inferiore a quello medio delle regioni del Centro Italia (16,2%).

Cartogramma. Percentuale di utenti che utilizzano il servizio di asili nido nella fascia di età 0-2 anni. 2015

Da segnalare il numero di 370 utenti iscritti in Umbria nel 2015 ai servizi integrativi per la prima infanzia (In questa categoria rientrano gli spazi gioco, i centri bambini-genitori, i servizi educativi in contesto domiciliare), un dato sensibilmente superiore a quello di tutte le regioni del Centro Italia (Marche 181, Lazio 54, Abruzzo 154), esclusa la Toscana (1.634), con una percentuale di spesa pagata dagli utenti pari al 19,5% e con una percentuale di copertura di comuni coperti dal servizio del 21,7%.

Sono 234 gli asili nido (asili nido tradizionali, micronidi e sezioni primavera) attivi in Umbria, di cui 91 a titolarità pubblica con 6.878 posti autorizzati al funzionamento, di cui 3.336 a titolarità pubblica. Da evidenziare il dato umbro relativo al numero di posti per 100 bambini di 0-2 anni pari a 32,5 che pone la regione al secondo posto in Italia come offerta del servizio dopo l’Emilia-Romagna (33,3). Se si considera il totale dei servizi socio-educativi per la prima infanzia, ovvero sia gli asili nido, i micronidi e le sezioni primavera con l’aggiunta dei servizi integrativi per la prima infanzia, il numero di posti per 100 bambini di 0-2 anni sale a 39,4, dietro solo alla Valle d’Aosta (42,3).

Cartogramma. Posti disponibili per 100 bambini di 0-2 anni nei servizi socio-educativi per la prima infanzia. 2015

Questo sito Web memorizza alcuni dati degli utenti. Questi dati vengono utilizzati per fornire una navigazione più personalizzata e per rintracciare la tua posizione sul nostro sito web in conformità con il Regolamento europeo sulla protezione dei dati (GDPR). Se decidi di rinunciare a qualsiasi tracciamento futuro, nel tuo browser verrà impostato un cookie per ricordare questa scelta per un anno. Accetto, nego
646